Don Angelo Maschi

Stamattina all'ospedale di Negrar è deceduto il carissimo don Angelo Maschi. I funerali saranno venerdì 19 febbraio a S. Zeno in Monte
Questa mattina presso l’Ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar, è tornato alla Casa del Padre il Povero Servo don Angelo Maschi. Le sue condizioni di salute negli ultimi giorni, dopo l’intervento chirurgico, erano peggiorate.

I funerali si svolgeranno venerdì 19 febbraio a San Zeno in Monte alle 10. Sarà possibile seguirli in diretta sul canale youtube dell'Opera. La celebrazione sarà presieduta dal vescovo di Ferrara, S.E. mons. Gian Carlo Perego. Don Angelo da 13 anni era infatti parroco nella parrocchia di San Michele ad Aguscello nella diocesi ferrarese. La sua salma sarà poi tumulata nel cimitero dell'abbazia di Maguzzano (Bs)

Don Angelo era nato l’8 luglio 1936 a Monteforte (Vr).
Don Angelo aveva conosciuto don Giovanni Calabria. Frequentò la casa di Roncà, nella quale entrò l’8 dicembre 1945 iniziando così la sua ricerca vocazionale all’ombra della provvidenza tenera madre.
L’8 settembre 1958, terminato il periodo di noviziato, fece la sua prima professione religiosa e il 7 luglio 1963 venne ordinato sacerdote.
Nei primi anni della sua presenza nell'Opera prestò il suo amoroso servizio ai ragazzi presenti nelle case di S. Zeno in Monte e di Nazareth e frequentò lo Studio Teologico di Verona.
Dopo l’ordinazione sacerdotale venne destinato ad esercitare il suo ministero pastorale nel quartiere di Cimiano (Milano) occupando il suo tempo tra la parrocchia di San Girolamo Emiliani e il Centro Professionale.
Dal 1965 al 1973 don Angelo svolse il suo ministero nel quartiere Prenestino-Labicano (Gordiani) nella parrocchia di Santa Maria Madre della Misericordia  in via dei Gordiani a Roma. Dopo un breve periodo in Casa Madre, coronando il suo sogno missionario, partì per il Brasile dove rimase fino al 2 febbraio del 2005.
In Brasile don Angelo ha esercitato il suo lungo ministero sacerdotale nelle parrocchie di periferia che i vescovi affidavano alla congregazione. Dal maggio del 1974 a febbraio 1977 nella parrocchia Nostra Signora della Misericordia nel Bairro Restinga di Porto Alegre, nello stato di Rio Grande do Sul. Poi lasciato il sud del Brasile la Provvidenza lo ha chiamato in Mato Grosso del Sud e precisamente dal 1977 al 1979 nella parrocchia di Sant’Antonio a Bataypora, dal 1979 al 1983 nella parrocchia di Nostra Signora Aparecida nella città di Taquarussu, dal 1983 al 1991 nuovamente nella parrocchia di Bataipora. Poi un anno come parroco nella parrocchia di Nostra Signora di Nazaré a Marituba nello stato del Parà e quindi dal 1992 a febbraio 2001 parroco nella parrocchia di San Giovanni Battista nella città di Bataguassu (Mato Groso). Infine dal 2001 al 2005 è stato nuovamente nello stato di Rio Grande do Sul come parroco nella parrocchia di Santa Teresa nella città di Rio Grande.
 
A marzo del 2005, dopo tanti anni di donazione nelle missioni in Brasile, venne chiesto a don Angelo di rientrare in Italia e prestare il suo servizio per la delegazione San Giovanni Calabria. Dal 2005 al 2007 si è fermato in Casa Madre per aiutare l’animazione spirituale e il ministero della riconciliazione, poi dal 2007 al giorno in cui è stato ricoverato per l’intervento ha servito come parroco della parrocchia di San Michele Arcangelo di Aguscello (Ferrara).