25 anni in Romania

Domenica 16 ottobre l'Opera ha celebrato con una grande festa i 25 anni di presenza in Romania
img

Grande festa ieri a Racaciuni per la ricorrenza dei 25 anni dall'inizio della presenza dell'Opera in Romania. Alla celebrazione presieduta dal vescovo emerito di Iasi Petru Gherghel (che volle i primi missionari calabriani nel 1997), hanno partecipato una ventina di sacerdoti, religiosi, religiose, numerosi ex allievi, famiglie dei ragazzi, volontari e collaboratori, benefattori e amici. C'erano anche le suore dell'Istituto Campostrini che accolsero i missionari a Tamaşeni. Erano presenti anche alcuni dei primi protagonisti di questa avventura: don Manuel Oliveira, don Gianni Bombieri, il volontario Dino Beruffi. C'era inoltre il vicario generale don Fernando Speranza che nei prossimi giorni visiterà le comunità e le attività calabriane rumene.

Dopo la celebrazione è seguita la benedizione di una scultura di don Calabria all’ingresso della casa, con il motto programmatico “Quaerite primum regnum Dei”. Finalmente si è servito il pranzo con i tradizionali “sarmale”. Ringraziamo la provvidenza per questi 25 anni di fedeltà e cura materna e affidiamo con speranza il futuro che Dio Padre vorrà scrivere ancora con noi, Poveri Servi.